Matera capitale della Cultura 2019

62

La città di pietra eletta capitale europea della cultura: da venerdì 19 gennaio 2018 un anno di feste prima del 2019

Meno Uno: Matera Capitale della Cultura 2019

E’ partito oggi, venerdì 19 gennaio 2018, il conto alla rovescia per Matera Capitale della Cultura 2019. Inizia quindi un anno di feste e incontri e l’annata di preparazione si intitola Meno Uno. Dopo il grande successo dei laboratori per costruire i mattoni di cartone (tutto esaurito in termini di presenze), si prevede il sold out in Piazza Vittorio Veneto per il fine settimana, visto che i cittadini inizieranno la costruzione collettiva di un’architettura in cartone ideata dall’artista Olivier Grossetête. Una struttura di proporzioni consistenti, con 19 metri di altezza, come annunciato dalla parole di Paolo Verri, direttore di Matera 2019 e, dopo la costruzione, ci sarà il rituale della distruzione e del riciclo di questa opera architettonica, quasi a riprendere la tradizione della Festa della Bruna tipica di Matera, in cui i carri allegorici di cartapesta subiscono l’assalto dei visitatori. Inoltre, si svolgeranno eventi e concerti imperdibili.

Perché Matera capitale della Cultura 2019

Del resto, le aspettative sono tutt’altro che ridimensionate, visto che addirittura il New York Times si è interessato a Matera, raccomandandola al terzo posto tra le 52 località da visitare assolutamente nel mondo. Il turismo è cresciuto in modo esponenziale soprattutto da parte degli stranieri, forse incentivati da film come La Passione di Cristo, ma anche grazie a nuove forme di turismo, a livello enogastronomico, ma anche turismo ecosostenibile, tradizionale e culturale. Un esempio di ecoturismo è il Cammino Materano, il quale parte dalla Puglia, da Bari precisamente, e si conclude nella città di pietra, ma anche itinerari cicloturistici e pedonali per vivere e assaporare le bellezze che la pittoresca cittadina offre. Ci sarà un motivo per cui Lonely Planet l’ha inclusa tra le 10 città da visitare nel mondo.

Meno Uno a Matera tra cicloturismo ed eventi culturali

E proprio il cicloturismo sarà il punto cardine di Matera 2019 ci saranno cinque percorsi turistici, pensati in sintonia con i temi di Matera 2019 e intitolati rispettivamente Futuro remoto; Continuità e rotture; Utopie e distopie; Radici e percorsi; e Riflessioni e connessioni, per conoscere i luoghi e il patrimonio artistico e culturale. Ma non solo bicicletta: Meno Uno includerà rassegne musicali sul  rapporto con la tradizione lucana alle performance sull’integrazione, lavori teatrali sulla storia della città (ad esempio il famoso comizio del ’48 in cui Togliatti definì la situazione dei Sassi “vergogna nazionale”), progetti appositamente a tema, ovvero dedicati al cinema, alle risorse tradizionali come il pane tipico di Matera e a quelle d’avanguardia come architettura e scienza. Per finire, si ha in programma l’erogazione di un passaporto di cittadino temporaneo per i visitatori italiani e stranieri.

Booking.com